Aut Aut Festival attiva a Campobasso con “Storia di una scomparsa”. Evento a Piazzetta Palombo

CAMPOBASSO, BANDO PER 4 SPAZI IN PIAZZETTA PALOMBO

Sabato 7 agosto, l’Aut Aut Festival arriva a Campobasso nella splendida cornice di Piazzetta PalomboFlavia Piccinni e Carmine Gazzanni presenteranno il loro nuovo libro “Storia di una scomparsa” nella suggestiva piazzetta campobassana alle ore 18.30L’evento gratuito, è inserito nel cartellone degli appuntamenti di “Agosto in Città” allestito dall’assessorato alla Cultura del Comune di Campobasso.

Per poter partecipare all’evento è obbligatorio avere e mostrare il Green Pass o l’esito del tampone negativo, fatta eccezione per i bambini sotto i 12 anni e per i soggetti esenti con certificazione medica. Il libro che Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni presenteranno a Campobasso, ripercorre un caso di cronaca, la scomparsa di un bambino, Mauro Romano. Il 21 giugno 1977, in Salento, un bambino di sei anni sta giocando di fronte alla casa dei nonni. Si chiama Mauro Romano, ha capelli biondi e lisci, gli occhi scuri. Ha una cicatrice sull’occhio sinistro, e una bruciatura sulla mano destra. Non si allontana mai di casa, eppure quel pomeriggio d’estate di 44 anni fa scompare. Si perde nel nulla, fagocitato fra la polvere e il mare. Per quarant’anni i genitori di Mauro lo cercano ovunque. Fino a ritrovare, un giorno di primavera, sulla copertina di un giornale di cronaca rosa la fotografia di un uomo abbracciato a una nota showgirl. È un emiro arabo, figlio di uno degli uomini più ricchi e potenti di tutto il pianeta.

Eppure, per i coniugi Romano quell’uomo ha qualcosa di famigliare. E ha anche una cicatrice sull’occhio sinistro, e una bruciatura sulla mano destra… E se fosse lui? A metà fra l’inchiesta e il romanzo, “Storia di una scomparsa” è il racconto esclusivo, inedito, rocambolesco e avvincente di una vicenda incredibile e unica: il rapimento più lungo del mondo.

Flavia Piccinni (Taranto, 1986) ha pubblicato tre romanzi e un saggio sulla ‘ndrangheta. È coordinatrice editoriale della casa editrice Atlantide, collabora con diversi giornali ed è parte della redazione di Nuovi Argomenti. Autrice per Rai1 e Radio3 Rai, è stata insignita del Premio Marco Rossi per l’impegno civile. Nel 2018 ha pubblicato con Carmine Gazzanni “Nella Setta” (Fandango, 2018), che ha vinto fra l’altro il Premio Mattarella Giornalismo e il Premio Giornalismo Investigativo Europeo. Il suo ultimo libro è “Sarah” (Fandango, 2020) che diventerà una serie fiction e un documentario per Groenlandia.

Carmine Gazzanni (Isernia, 1989) è giornalista, autore televisivo per Rai1 e inviato per Rai2Le sue inchieste hanno dato origine a numerose interrogazioni e denunce parlamentari. Scrive per numerosi giornali, fra cui Panorama, Fanpage, Left. In passato ha scritto per L’Espresso e Narcomafie, ha collaborato per la realizzazione di un’inchiesta sul mondo settario per Presa Diretta (Rai3). Ha vinto il Premio giornalistico “Maurizio Rampino” con un’inchiesta sul quartiere Tamburi di Taranto e sullo stabilimento dell’Ilva, e il premio giornalistico Pietro Di Donato con un’inchiesta sul caporalato nelle regioni del Nord.

Oltre all’appuntamento di sabato, sempre per “Agosto in Città”, a Piazzetta Palombo si terranno altre presentazioni letterarie e, più precisamente, quelle inserite nella nuova rassegna “Libri in Piazzetta”, organizzata dal comune di Campobasso e dalla Libreria Giunti al Punto di CampobassoVenerdì 20 agosto, presentazione del libro “Il violino di Filo”, di Matteo Grimaldigiovedì 26 agosto, presentazione del libro di Giovanni Colaneri “La serra” e venerdì 27 agosto presentazione del libro “Eterno autunno. Dodici incubi di carta”, di Luca Angelo Spallone. Invece, lunedì 23 agosto, alle ore 18.30, a Piazzetta Palombo, nell’ambito del Campobasso Summer Festivalsarà Nicholas Ciuferri a presentare il suo libro “I tempi di Battiato”.