Nuova Carta dei Diritti della Bambina per la tutela delle donne di domani

A Campobasso, mercoledì 22, firma del protocollo d'intesa e della carta d'adozione della Nuova Carta dei Diritti della Bambina

logo diritti bambine fidapa

Si terrà mercoledì a Campobasso la Cerimonia per la Firma del Protocollo di Intesa per l’adozione della Nuova Carta dei Diritti della Bambina.

Promotrice del progetto è l’associazione femminile FIDAPA BPW Italy, che ha come primo obiettivo quello di presentare e proporre agli Enti Locali l’adozione di questo importante documento.

La FIDAPA BPW Italy non è altro che l’espressione italiana della Federazione Americana Business and Professional Women, un’importante organizzazione non governativa nata nel 1919 per sostenere tutte le donne senza alcuna distinzione di etnia, lingua e credo religioso. È inoltre accreditata presso Onu, Fao, Unesco, Consiglio d’Europa e altri organismi internazionali.

Importante è l’adozione da parte del territorio della “Nuova carta dei diritti della bambina” perché sia strumento di divulgazione e sensibilizzazione su quella che ormai è diventata una vera e propria emergenza: la violenza di genere. Prendendo ispirazione da quelli che sono i diritti dell’infanzia del 1989, la Carta racchiude in sé principi di valore morale e civile finalizzati alla tutela delle bambine e delle ragazze.

Lo scopo principale è quello di abbattere il muro dei pregiudizi e superare tutti quegli stereotipi che limitano l’educazione, la crescita e la formazione di piccole donne. E con questo importante documento sarà possibile migliorare la condizione stessa di tutte le donne e di tutte le bambine in ogni ambito: da quello sociale a quello lavorativo, da quello familiare a quello scolastico.

Nell’incontro di mercoledì 22 maggio ’19 l’Ufficio Regionale scolastico e il Garante dei diritti della persona firmeranno il protocollo d’intesa e il Comune di Campobasso firmerà la Carta di adozione, prendendosi carico dei Diritti della Bambina. L’evento si terrà alle ore 11.00 presso la Sala Mancini di Palazzo San Giorgio.

Di seguito troverete il testo ufficiale della Carta dei Diritti della Bambina

Ogni bambina ha il diritto:

Articolo 1

Di essere protetta e trattata con giustizia dalla famiglia, dalla scuola, dai datori di lavoro anche in relazione alle esigenze genitoriali, dai servizi sociali, sanitari e dalla comunità.

Articolo 2

Di essere tutelata da ogni forma di violenza fisica o psicologica, sfruttamento, abusi sessuali e dalla imposizione di pratiche culturali che ne compromettano l’equilibrio psico-fisico.

Articolo 3

Di beneficiare di una giusta condivisione di tutte le risorse sociali e di poter accedere in presenza di disabilità a forme di sostegno specificamente previste.

Articolo 4

Di essere trattata con i pieni diritti della persona dalla legge e dagli organismi sociali.

Articolo 5

Di ricevere una idonea istruzione in materia di economia e di politica che le consenta di crescere come cittadina consapevole.

Articolo 6

Di ricevere informazioni ed educazione su tutti gli aspetti della salute, inclusi quelli sessuali e riproduttivi, con particolare riguardo alla medicina di genere per le esigenze proprie dell’infanzia e dell’adolescenza femminile.

Articolo 7

Di beneficiare nella pubertà del sostegno positivo da parte della famiglia, della scuola e dei servizi socio – sanitari per poter affrontare i cambiamenti fisici ed emotivi tipici di questo periodo.

Articolo 8

Di apparire nelle statistiche ufficiali in dati disaggregati per genere ed età.

Articolo 9

Di non essere bersaglio, né tantomeno strumento, di pubblicità per l’apologia di tabacco, alcol, sostanze nocive in genere e di ogni altra campagna di immagine lesiva della sua dignità.