Child Care, a regime il centro per l’infanzia a Campobasso

Nuovi passi per Child Care, il progetto di prevenzione e cura del maltrattamento all'infanzia finanziato dall'impresa sociale Con i Bambini

E’ entrato a pieno regime il progetto Child Care di prevenzione e cura del maltrattamento all’infanzia. Sono già una dozzina i casi presi in carico negli ultimi tre mes, segno che il sistema di rete al quale il centro fa riferimento è entrato correttamente in funzione.

Il nuovo servizio di sostegno e soccorso ai bambini e agli adolescenti vittime di maltrattamenti va a colmare una grande lacuna esistente in regione in merito al sostegno dei minori in condizioni di rischio evolutivo. Coinvolge tre Ambiti Territoriali Sociali del Molise ed è un progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile – Bando “Ricucire i Sogni. Iniziativa a favore di minori vittime di maltrattamento“.

Il centro specialistico è finalizzato alla prevenzione primaria, secondaria e terziaria, nonché alla cura del maltrattamento all’infanzia e all’adolescenza. Obiettivo di ogni sforzo è intercettare prima possibile le situazioni a rischio, cercando di intervenire sulle vittime quando l’età è più bassa della media riscontrata.

formazione foto bisMa quali strumenti utilizza un centro di questo tipo?

Innanzitutto il pool di esperti che opera per Child Care attiva interventi clinici (individuali, di coppia e familiari) e interventi psicoeducativi. Poi vengono attivati all’occorrenza incontri protetti, interventi di sostegno alla genitorialità, valutazione della capacità genitoriale, azioni di inclusione socialeterapia di gruppo per adolescenti, psicoterapia familiare.

Affido e adozione sono strumenti strategici per la crescita di un bambino che si trova a vivere un disagio, ma spesso i genitori affidatari o adottivi hanno bisogno di un sostegno in più. Ecco allora l’importanza di interventi di sostegno psicologico specifico, che evitano situazioni difficili per i minori ed aiutano gli adulti a superare gli ostacoli.

Si parla infine di home visiting quando ci si riferisce ad interventi di consulenza pedagogica e psicologica al domicilio, in particolare modo rivolti alla prima infanzia, laddove necessario. Con l’home visiting  si riesce a cogliere la problematica e ad affrontarla in maniera tempestiva.

Nell’obiettivo del centro di Child Care c’è poi il delicato e complesso mondo degli adolescenti. Anche con i ragazzi l’attivazione di interventi mirati permette di lenire disagi spesso inespressi e di ricostruire insieme a loro la possibilità di un futuro migliore.

Dopo l’aggiornamento dell’équipe multidisciplinare specialistica,  e l’avvio delle prese in carico, il gruppo di lavoro di Child Care si prepara ad un autunno ed un inverno operativamente intensi. Accanto alle attività giornaliere prenderanno posto infatti eventi e ulteriori occasioni formative volte non solo a fornire risposte all’utenza, ma anche a sperimentare nuove strade professionali attraverso il prezioso confronto tra tutti gli esperti e gli addetti ai lavori.