LOTTA ALLA LEUCEMIA E MUSICA AL “ZAIET FEST”, MOLISE PRESENTE

    160

    Lo scorso 13 Giugno, allo stadio “Casaleno” di Frosinone, si è svolta la terza edizione dello “Zaiet Fest”. Gli “Hellsteps”, band metal attiva ormai da quasi una decade, hanno avuto l’onore e l’onere di rappresentare il Molise.
    L’evento, che porta il nome di Matteo “Zaiet” Fontana, scomparso a causa di un terribile male nel marzo del 2013, ha visto l’alternarsi di musica estrema e momenti volti a sensibilizzare il pubblico verso la lotta alla leucemia. Ottima è stata la cornice di pubblico.
    Ad aprire le danze proprio la combo molisana, vincitrice dello “Zaiet contest”, che ha eseguito quattro brani estratti dal proprio ultimo lavoro “Last moment of sanity” ( “Arcana malvagità”, “Carthago delenda est”, “Adrenaline” e “Daimonesias”) e i due inediti “Baldr’s draumar” e “The tears of winter”. Grande è stata l’emozione dei ragazzi bassomolisani:

    “Una giornata semplicemente fantastica, condividere il palco con artisti come gli “Extrema” è già di per sé motivo di orgoglio, ma se a questo aggiungiamo l’aver avuto la possibilità di suonare per Matteo e di sostenere la causa della ricerca, allora tutto acquista un significato che va oltre la musica”.

    La manifestazione è proseguita con l’esibizione degli altri gruppi (“Back to the system”, “Nanowar of steel”, “Englestein” e, soprattutto, gli “Extrema”), passando per momenti toccanti nel ricordo di “Zaiet” e tanti messaggi per favorire la ricerca. Lo stesso presidente della “Zaiet onlus”, Simone Fontana, fratello di Matteo, è intervenuto sul tema della lotta alla leucemia e ha concluso il suo intervento consegnando un assegno di 4.000 euro all’associazione per la vita “Carlo Donfrancesco”, un contributo al finanziamento di due borse di collaborazione con medici specialisti per il Reparto di Ematologia dell’Ospedale di Frosinone.
    Uno strano connubio quello metal-ricerca, almeno all’apparenza, che tuttavia ha dimostrato essere efficace e vincente.