Convitto Mario Pagano, una cerimonia per Domenico De Maria

Domenico Di Maria evidenza

Era la notte del 2 aprile 2016 dello scorso anno quando Domenico De Maria, custode del Convitto Nazionale “Mario Pagano” di Campobasso, perdeva la vita colpito da un malore fulminante mentre, spaventato, cercava di spegnare le fiamme del portone d’ingresso.

Le telecamere di sicurezza aveDomenico De Maria 1vano ripreso gli ultimi momenti di vita di un uomo che, agitato e spaventato, correva con l’estintore verso il rogo preoccupato dei ragazzi che dormivano tranquilli nelle camere. I Vigili del Fuoco, accorsi per spegnere i sacchi dell’immondizia in fiamme a cui un giovane, poi identificato dalle forze dell’ordine, aveva dato fuoco, lo avevano trovato esanime lungo il corridoio interno.

Mimmo, 58 anni, campobassano ma residente a San Giovanni in Galdo, era conosciuto e benvoluto da tutti. Allegro e sempre con la battuta pronta, è rimasto nel cuore dei suoi colleghi e di tutti coloro che lavorano al Convitto.

Per questo Il rettore e dirigente scolastico Francesco Fasciano ha indetto a nome di tutto il personale una cerimonia di commemorazione “per l’atto di coraggio e di dedizione al lavoro nel dare la vita per i suoi studenti convittori la notte del 2 aprile 2016”.

Il momento, aperto a tutti, dedicato al ricordo di Domenico De Maria è fissato per lunedì 3 aprile 2017 alle 10.30 nel viale del Mario Pagano. La cittadinanza è invitata.