Corpus Domini 2022, il messaggio del sindaco di Campobasso alla città

Ed eccoci qui, tutti insieme, con gli occhi all’insù, ad ammirare loro, il simbolo della nostra città, delle nostre tradizioni, della nostra storia: bentornati, Misteri!

Siamo rimasti orfani per due anni della nostra festa e dopo tanta paura, dopo tanta sofferenza per coloro che non ci sono più, siamo qui, pronti a riappropriarci del Corpus Domini, che a Campobasso ha un sapore tutto speciale.

Un ringraziamento va come sempre all’Associazione Misteri e Tradizioni e con essa a tutti i portatori, i figuranti e ai nostri speciali bambini. Grazie per la passione e la dedizione che quotidianamente mettete per rendere ogni edizione indimenticabile.

E grazie alla nostra città, capace di resistere e di tenersi unita nei momenti tristi e difficili che abbiamo passato.

Riappropriamoci sempre più di un senso di comunità che questa festa enfatizza nelle sue radici più profonde e che troppe volte dimentichiamo.

A noi, Amministrazione comunale, il compito e l’impegno per far sì che tutta la comunità cittadina sappia riconoscersi e sentirsi parte attiva, collaborativa ma anche critica affinché si possa migliorare la qualità delle nostre vite.

E dopo due anni, è davvero un’emozione poter riascoltare quelle due parole che poi simboleggiano la tenacia di una intera città: 1 – 2 – 3 Scannett Allert!

Viva i Misteri e viva Campobasso!