World Press Photo 2021: “Il primo abbraccio” vince il premio dell’anno

L'importante concorso di fotogiornalismo ha premiato le immagini più belle che hanno raccontato l'attualità 2020. Anche tre italiani tra gli artisti vincitori

“The First Embrace” (Il primo abbraccio) è la foto ad aggiudicarsi il World Press Photo of the Year della 64° edizione dello storico contest World Press Photo nella categoria “General News”.

La foto è di forte impatto. L’infermiera Adriana Silva da Costa Souza abbraccia l’ottantacinquenne Rosa Luzia Lunardi nella casa di cura Viva Bem a San Paolo, in Brasile. Quello del 5 agosto scorso è stato il primo abbraccio che l’anziana ha ricevuto dopo cinque mesi di isolamento. A marzo infatti, a causa della pandemia da Covid-19, tutte le case di riposo del Brasile avevano chiuso le porte ai visitatori lasciando gli ospiti in solitudine. Così la casa di cura Viva Ben idea “La tenda dell’abbraccio“, una semplice invenzione che aiuta le persone ad abbracciarsi di nuovo in sicurezza.

L’autore vincitore della foto è il danese Mads Nissen. La fotografia per lui è tutta una questione di empatia.

Antonio Faccilongo - Habibi
Antonio Faccilongo – Habibi

Anche tre italiani i premiati. Antonio Faccilongo trionfa nella categoria World Press Photo Story of the Year.

Il suo progetto Habibi (“il mio amore” in arabo) è un reportage sul contrabbando di sperma da parte dei detenuti palestinesi nelle carceri israeliane.

Gabriele Galimberti ha vinto nella categoria Ritratti, Storie con il suo The Ameriguns una raccolta di foto sui cittadini comuni proprietari di armi negli Stati Uniti.

Gabriele Galimberti - The Ameriguns
Gabriele Galimberti – The Ameriguns

Lorenzo Tugnoli dell’agenzia Contrasto, ha ricevuto il primo premio della categoria Spot News, Storie con i suoi scatti dell’esplosione nel porto di Beirut nell’agosto del 2020.

Lorenzo Tugnoli - Esplosione al porto di Beirut
Lorenzo Tugnoli – Esplosione al porto di Beirut