Opera in Molise, la lirica nei luoghi della cultura del Molise

Imperdibili ed estasianti: così promettono di essere le serate di musica che l’Assessorato regionale al Turismo e Cultura e il Conservatorio “L. Perosi” di Campobasso proporranno “fuori porta” al pubblico molisano, con il cartellone “Opera in Molise” nell’ambito del programma “Palcoscenici”.

La rassegna dal titolo “Opera in Molise” debutta venerdì 2 settembre 2022 alle ore 21 al “Verlasce” di Venafro, evento che costituisce di per sé un momento eccezionale, giacché farà rivivere, dopo oltre 40 anni, uno dei luoghi molisani più interessanti per caratteristiche architettoniche e storia.

Sarà l’Orchestra diretta dal M° Roberto Bongiovanni ad eseguire i brani cari agli amanti della lirica, da Mozart a Puccini, da Verdi a Offenbach, da Bizet a Mascagni.

Ma si darà lustro anche a De Curtis, Di Capua, Denza e ad altri classici del repertorio napoletano.

E nemmeno gli amanti delle musiche tradizionali saranno delusi, perché è previsto l’intervento del celebre solista di zampogna Piero Ricci con l’ensemble “Piccola Orchestra Ecletnica”.

Aprirà il concerto il baritono Alessandro Patalini sulle note della Carmen di Bizet, per poi lasciare il palco al soprano Annalisa Ferrarini. Seguirà il mezzo soprano Silvia Pasini e il tenore Gian Luca Pasolini.

A presentare la serata la giornalista Valentina Ciarlante.

L’attività concertistica in programma prevede decine di appuntamenti su tutto il territorio, in ambienti suggestivi e ricchi di storia, cultura ed arte.

L’iniziativa è frutto della collaborazione tra il Conservatorio Perosi di Campobasso e l’Assessorato al Turismo e Cultura della Regione Molise, con l’assessore Vincenzo Cotugno che ha voluto proseguire per il secondo anno consecutivo la felice iniziativa, nata per festeggiare il cinquantenario dell’Istituto, che ha ricevuto apprezzamenti unanimi da parte di tutto il territorio regionale.

II Conservatorio “Lorenzo Perosi” in cinquant’anni di vita ha dato un contributo fondamentale alla crescita culturale e artistica dei giovani talenti che hanno avuto l’opportunità di frequentare lo straordinario mondo dell’arte musicale. Sono centinaia, infatti, i giovani musicisti, oggi affermati professionisti nel campo musicale, che hanno trovato nel nostro Conservatorio la strada per la realizzazione della loro passione.

E l’attesa è grande per il primo appuntamento di Venafro in cui l’ingresso sarà libero fino ad esaurimento dei posti.