Promozione del territorio, i comuni del Fortore aprono le porte ai visitatori

Continuano gli impegni e le attività di Ora Viene il Bello, il progetto di promozione dei territori promosso dalla Pastorale del Turismo della Arcidiocesi di Campobasso-Boiano.

Nei giorni 27 e 28 agosto sono programmate visite ai musei del Fortore che già erano stati posti all’attenzione del pubblico con il progetto di cooperazione territoriale Innocultour.


programma eventoRiccia, Tufara, Ielsi, Gambatesa, Campolieto apriranno le porte per i visitatori che avranno la possibilità di fare nuove esperienze e conoscenze.

Riccia il museo delle arti e delle tradizioni popolari intitolato a Roberto Fanelli dedica spazi espositivi agli arnesi antichi con oltre 400 pezzi.

Tufara è il museo dedicato a san Giovanni Eremita. Domenica 28 agosto sarà celebrata la solenne funzione di chiusura della Porta Santa per l’anno giubilare straordinario dedicato al Santo.

Ielsi con il Mufeg fa rivivere le emozioni della sagra del grano che resta uno dei momenti più esaltanti delle tante attività legate alla tradizione delle feste religiose.

Gambatesa il 28 mattina offre al Castello la possibilità di seguire uno spettacolo con musiche e danze del rinascimento in abito antico.

Campolieto con il museo delle arti dei fuochi pirotecnici esce dal solco tradizionale e offre la possibilità di rivivere i moneti di costruzione dei fuochi pirotecnici grazie anche alle attrezzature in 3D messe a disposizione proprio con il progetto Innocultour.