Bonus Io lavoro 2020, incentivi assunzioni giovani e disoccupati

Sono disponibili nuovi incentivi per assunzioni di giovani e disoccupati con il bonus IO Lavoro Anpal.

Si tratta di agevolazioni da oltre 8mila euro per le aziende che assumono soggetti dai 16 anni in su, anche over 25. La gestione della misura è affidata all’Inps, che ha fornito le istruzioni operative e contabili per fruire del beneficio. Possono chiedere il bonus i datori di lavoro privati che assumano le seguenti categorie di soggetti:

  • giovani disoccupati di età compresa tra 16 e 24 anni;
  • disoccupati con 25 anni di età e oltre, privi di impiego regolarmente da almeno 6 mesi.

L’incentivo IO Lavoro consiste in uno sgravio fiscale per le aziende che assumono giovani e disoccupati per il periodo di un anno (12 mesi), fino ad un importo massimo di 8.060 euro per ciascun lavoratore assunto. Il bonus è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’INAIL, ed il massimale (importo massimo annuale) è proporzionalmente ridotto in caso di orario di lavoro part time. L’agevolazione deve essere fruita entro il 28 febbraio 2022, pena la decadenza.

I datori di lavoro privati che hanno diritto agli incentivi assunzioni IO Lavoro devono presentare una domanda preliminare all’Inps, attraverso l’apposito modulo telematico disponibile sul portale web dell’ente, accessibile seguendo il percorso Accedi ai servizi > Altre tipologie di utente > Aziende, consulenti e professionisti > Servizi per le aziende e consulenti > Portale delle agevolazioni (ex DiResCo), secondo le modalità indicate dall’Inps tramite la circolare n. 124.

Una volta ricevute le istanze, l’Inps provvede ad effettuare le seguenti operazioni:

  • individua l’importo dell’incentivo dovuto in base alla durata del contratto e alla retribuzione prevista;
  • verifica i requisiti di ammissione al beneficio;
  • accerta la disponibilità economica a valere sulla dotazione finanziaria per l’erogazione del bonus;
  • in caso di esito positivo, comunica al datore di lavoro l’avvenuta prenotazione dell’agevolazione;
  • una volta autorizzato l’incentivo, eroga il beneficio tramite conguaglio sulle denunce contributive.