L’acido ialuronico: cos’è, come agisce e perchè è in molti trattamenti estetici

    acido ialuronico

    Acido ialuronico, tutti ne abbiamo sentito parlare ma pochi ne conoscono le funzioni e le capacità. In questo articolo vogliamo spiegare cos’è questa molecola che si trova naturalmente nel nostro corpo, le sue applicazioni nell’ambito dell’estetica, quali tipologie di acido ialuronico vengono impiegate nella cosmesi, le tipologie di trattamenti a base di acido ialuronico maggiormente diffusi e le certificazioni per individuare i prodotti a base di acido ialuronico che siano naturali e biologici.

    1) Cos’è l’acido ialuronico

    È una molecola naturale presente nel nostro organismo che svolge un’azione legante tra le fibre di collagene ed elastiche, aumentando la resistenza della pelle e la sua idratazione, fornendole anche una sorta di protezione meccanica. Le molecole di acido ialuronico trattengono grandi quantità di acqua e la veicolano in modo naturale donando elasticità e turgore alla pelle.

    Per le sue proprietà, l’acido ialuronico è alla base di molti prodotti cosmetici quali gel, creme, sieri, ma trova ampie applicazioni anche nell’ambito medico-estetico per la riduzione e la correzione di inestetismi quali rughe, depressioni e imperfezioni. Infine, la sua azione idratante si estende anche alle articolazioni, lubrificandole quando il corpo è in movimento.

    2) Le applicazioni dell’acido ialuronico nel settore estetico

    Essendo uno dei principali componenti del tessuto connettivo, l’acido ialuronico è la materia prima alla base di molti trattamenti estetici e prodotti cosmetici. Le molecole di acido ialuronico hanno una struttura grande, che non penetra in profondità ma agisce sulla parte alta dell’epidermide. Eppure, vi sono studi che confermano l’efficacia legata all’utilizzo quotidiano di prodotti a base di acido ialuronico. Com’è possibile?

    Grazie ai progressi di bioingegneria, è stato introdotto un tipo di acido ialuronico a basso peso molecolare: questa tipologia ha una struttura frammentata che permette un’azione idratante più profonda rispetto a quella dell’acido ialuronico ad alto peso molecolare. Minore è il peso molecolare, maggiore è la capacità d’azione dell’acido ialuronico. Penetrando in profondità, l’acido ialuronico stimola la coesione cellulare, andando ad intervenire sull’invecchiamento della pelle, ritardandolo.

    3) Prodotti a base di acido ialuronico: differenza tra creme, filler e compresse

    L’acido ialuronico viene impiegato come materia prima dei prodotti cosmetici soprattutto grazie alla sua funzione antirughe che previene l’invecchiamento cutaneo e cellulare. Sono prevalentemente tre i trattamenti a base di acido ialuronico maggiormente diffusi oggi nel campo dell’estetica: l’applicazione di creme, le infiltrazioni (filler) e l’assunzione orale degli integratori.

    • Le creme: mediante l’applicazione quotidiana di creme a base di acido ialuronico (più volte al giorno), l’azione rimpolpante antirughe è visibile a lungo termine. Nella composizione delle creme, come spiegato prima, è presente l’acido ialuronico nella forma a basso peso molecolare, quindi più penetrante e maggiormente efficace.
    • Le infiltrazioni: i filler vengono eseguiti da medici specialisti, non sono altro che punture che vengono fatte nelle zone critiche del contorno occhi, delle rughe naso labiali, delle rughe espressive in generale e per donare elasticità e freschezza alle labbra. Il filler è un trattamento le cui modalità vengono decise dal medico.
    • Gli integratori: per ragioni fisiologiche inevitabili, la concentrazione di acido ialuronico tende a calare con l’avanzare dell’età, arrivando anche al 25% intorno ai 60 anni (il 100% corrisponde ai 20 anni). Secondo alcuni studi, integrarlo attraverso l’assunzione di integratori sotto forma di compresse può avere effetti positivi in termini di idratazione cutanea e sul fronte del mantenimento di una pelle più elastica e soda.

    Anche se non vi sono particolari controindicazioni nell’utilizzo di prodotti a base di acido ialuronico, alcuni soggetti hanno notato una reazione cutanea subito dopo l’applicazione: arrossamenti, pruriti, lievi infiammazioni o gonfiori localizzati. Per evitare di incorrere in effetti collaterali simili, bisogna fare attenzione al tipo di prodotto che si utilizza, preferendo sempre cosmetici di ottima qualità e privi di sostanze allergizzanti come i profumi.

    Le creme antietà, contenenti acido ialuronico e ingredienti sicuri, minimizzano il rischio di effetti collaterali. A questo proposito, occorre conoscere i marchi relativi alle certificazioni.

    I prodotti all’acido ialuronico: prediligi le certificazioni

    Le certificazioni per i prodotti a base di sostanze biologiche e naturali esistono e non preservano solamente la salute dell’organismo, ma anche l’ambiente. Una delle certificazioni nell’ambito dei prodotti Ecobio è quella AIAB (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica), che fa riferimento al regolamento UE 1223/2009. Il marchio AIAB sta a certificare che un determinato prodotto non presenta – nella sua composizione – materie prime non vegetali e non compatibili con l’ambiente. Si tratta di articoli conformi ai requisiti AIAB per la cosmesi a basso impatto ambientale e si possono acquistare online sul sito dei produttori che offrono prodotti per una beauty routine certificata. Questo significa ingredienti naturali, sani, atossici, eco compatibili, compatibili per la pelle, di origine naturale e animale purché conformi. La certificazione AIAB comprende inoltre il confezionamento dei prodotti, anch’esso in conformità al Regolamento (CE) 1223/2009.