Convittiadi: presentata la prossima edizione

Gravina: "La nostra città aperta a un modello di socialità che ha i più giovani come protagonisti"

Si è svolta questa mattina, presso l’Aula Magna del Convitto Nazionale Mario Pagano, la conferenza stampa di presentazione delle prossime Convittiadi che si terranno a Campobasso, dal 3 al 9 aprile. Le Convittiadi che rappresentano di fatto le Olimpiadi Nazionali dei Convitti italiani, sono annualmente organizzate da uno degli Istituti Educativi nazionali aderenti all’ANIES (l’Associazione Nazionale degli Istituti Educativi Statali). Ogni edizione coinvolge migliaia di ragazzi e ragazze, dagli 11 ai 16 anni, chiamati a confrontarsi in diverse discipline sportive ed artistiche.

A presentare i dettagli della manifestazione che quest’anno avrà sede a Campobasso, insieme alla Rettrice del Convitto “Mario Pagano”, Prof.ssa Rossella Gianfagna, al presidente del Coni Molise, Vincenzo D’Angelo, e al professor Giancarlo Ripabelli, Ordinario dell’Università degli Studi del Molise, anche il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina.

Per la nostra città è un onore e un piacere accogliere tanti giovani per una manifestazione che oltre ad avere una valenza sportiva lancia un messaggio di speranza anche a livello di ripresa delle abitudini sociali, – ha dichiarato il sindaco di Campobassosempre tenendo però ben chiare le linee di sicurezza, dal punto di vista sanitario, che l’organizzazione ha provveduto opportunamente a delineare. In tutte le occasioni nelle quali la nostra città ha la possibilità di mostrare le proprie qualità in termini di accoglienza e di organizzazione, – ha aggiunto Gravina – il lavoro sinergico delle istituzioni non è mai mancato, a dimostrazione di quanto sia diffusa, nella nostra collettività, la consapevolezza del dover agire con un’unica comune finalità che è quella della valorizzazione del nostro territorio. Lo sviluppo economico e sociale passa anche attraverso manifestazioni come questa delle Convittiadi che riescono a essere non solo dei motori di aggregazione giovanile, ma presentano la realizzazione di un modello di socialità, condivisione e confronto qualificati. Campobasso, dal 3 al 9 aprile, amplierà la sua offerta non solo sportiva, ma in termini di apprendimento e sana aggregazione, creando un ambiente vivo e attivo del quale tutti abbiamo bisogno, viste le vicissitudini degli ultimi anni. Come Amministrazione comunale – ha spiegato infine Gravina – abbiamo accolto con entusiasmo il progetto che il Convitto “Mario Pagano” con la sua Rettrice, Prof.ssa Rossella Gianfagna, ci illustrò mesi fa e abbiamo operato anche per tempo dei lavori di sistemazione della pista e degli spogliatoi del Campo di atletica leggera “N. Palladino”, uno dei luoghi dove si disputeranno diverse delle gare sportive previste nella manifestazione“.