Tu resta a casa, alla spesa ci pensano Laura e Nicoletta

laura e nico

Buona volontà, passione per la comunità e coraggio: queste le doti delle due preziose volontarie che in queste settimane di quarantena, a causa delle misure adottate dalle amministrazioni centrali e locali per contrastare e ridurre il contagio da Covid 19, fanno fronte alle esigenze dei cittadini di Lucito, consegnando nelle loro abitazioni generi di prima necessità e farmaci.

Laura è una volontaria della Croce Rossa Italiana che ha scelto di prestare la sua operosità al di fuori del suo paese, Castelbottaccio. Costretta dai vari decreti ministeriali a dover calare la serranda sulla attività di bar che gestisce sempre a Castelbottaccio, non si è persa d’animo e ha offerto all’amministrazione comunale di Lucito il suo tempo e il suo impegno da volontaria per aiutare la comunità in questo momento di forte difficoltà per tutti, ma soprattutto per chi è solo e impossibilitato da varie circostanze ad uscire dalla propria abitazione. Del resto le nostre comunità sono costituite in particolar modo da anziani, quindi fasce deboli che più degli altri hanno bisogno di un aiuto concreto.

Grazie all’amicizia con Nicoletta, dipendente del Comune di Lucito, hanno subito preso in mano la situazione, organizzando insieme al medico di base, alla farmacia e ai negozi di generi alimentari di Lucito un programma di consegne porta a porta che cerca di coprire i bisogni di chi non può provvedere da sé a fare la spesa o recarsi dal medico per le ricette e in farmacia per le medicine. E così tutti i giorni, di mattina o di pomeriggio, parte il team di volontarie che oltre ai beni di prima necessità, dietro alle mascherine porta sorrisi e una parola di conforto ai cittadini di Lucito incoraggiandoli a restare in casa e a pazientare senza abbattersi, attendendo l’arrivo di giorni migliori per tutti.

Da parte del Comune e di tutti i cittadini di Lucito un grande grazie a Laura e Nicoletta per il loro importante contributo prestato in questa fase e per il bel messaggio di amicizia e solidarietà che stanno portando tra le case dei lucitesi.