4 Ristoranti cambia nome e diventa 4 Bar: il video tutto molisano che spopola in rete

Il video 4 Bar, girato in Molise, sta ricevendo migliaia di visualizzazioni. Nasce grazie ad alcuni membri di Calciocavallo F. C., squadra calcistica milanese, con lo scopo di promuovere il turismo molisano. Spinti dalla curiosità di capire come è nata quest'idea, abbiamo incontrato Giovanni Venditti, uno dei membri della "giuria".

4 Ristoranti è il noto programma dello chef di fama internazionale Alessandro Borghese, basato sul format tedesco Mein Lokal, Dein Lokal, che  vede sfidarsi quattro ristoratori, i cui locali sono uniti da una caratteristica comune, ad esempio il tipo di cucina o la location, i quali si giudicano a vicenda le loro attività, sotto le direttive di Alessandro Borghese. I parametri di valutazione sono quattro: location, servizio, menu e prezzi. 4 ragazzi molisani, sulla scia di questo programma, hanno deciso di ideare 4 Bar, video girato in quattro bar molisani. A sfidarsi sono quattro bar scelti in alcuni dei paesi della regione di cui quasi tutti avranno sentito parlare. L’Alessandro Borghese della situazione è Mario Fratino che giudicherà, con un voto, ogni Bar.

Il primo bar in sfida è L’antico Bar Oriente, a Vinchiaturo, famoso punto d’incontro per i vinchiaturesi, gestito da Franco detto Weah, che offre birra ghiacciata e pizza con la mortadella a tutta la giuria. Conclusione? Tutti rimangono soddisfatti e…soprattutto sazi!

In seguito la giuria si dirige verso il Bar Val di Susy, a Cercemaggiore, dove ad accoglierli c’è Domenico, detto Susell, che con le sue Peroni grandi e i suoi bicchieri ghiacciati, tenuti accuratamente nel freezer dei gelati e tirati fuori da Nicolino, cliente abituale del bar, cattura particolarmente l’attenzione della giuria. Chi è autoctono di Cercemaggiore, con “Susell” ha un particolare legame affettivo, in nome dei bei veglioni che si organizzavano, periodicamente, fino a qualche anno fa.

Il terzo protagonista in gara è il divertentissimo Gianni, in arte Janito, proprietario del Bar Andare Oltre, situato a Jelsi, che accoglie la giuria sulle note di Beach on the beach dei Trettre; insomma un posto ad hoc per coloro che sono amanti della musica “Tremendamente Demodè“, come la definisce Janito stesso. Cavallo di battaglia?  Cicchetti di Vecchia Romagna.

Ultimo e quarto sfidante è il simpatico Florindo con il suo Bar Cuparelle, situato a Riccia, in un punto centralissimo, posto adatto per coloro che amano giocare a carte e trascorrere qualche ora in compagnia. L’accoglienza e la generosità del locale si evincono dal fatto che la giuria beve vino e mangia un delizioso Caciocavallo, praticamente gratis! Il conto è stato pagato da un cliente che, nel frattempo, è impegnato in un’ardua partita di tressette.

Nel programma di Alessandro Borghese c’è sempre un locale vincitore, qui il vincitore è il Molise, con la sua accoglienza e la sua genuinità.

Calcio_Cavallo_FC-1Dopo aver visto il video e aver apprezzato soprattutto l’intenzione ammirevole dei ragazzi, abbiamo deciso di incontrare uno dei membri della “giuria”, Giovanni Venditti, a cui abbiamo fatto qualche domanda.

Innanzitutto Giovanni voi siete membri di Calciocavallo F. C. che ha realizzato e diffuso il video, come nasce CalcioCavallo F. C.?

Calciocavallo è una squadra dilettantistica che gioca in un campionato organizzato da una società Milanese. Nasce da un’esigenza precisa: accomunare tutti i fuorisede del Molise, chi lavoratore e chi studente, con lo scopo di vederci, di stare assieme, di creare un gruppo e fare sport. Poi la squadra ha iniziato ad essere altro, per caso e man mano. Tramite la pagina facebook, ha iniziato a pubblicare video e foto per far conoscere “il molisano fuorisede a Milano”. Inizialmente non credevamo che potessimo diventare popolari. E allora ci siamo messi in gioco e abbiamo deciso di dar vita ad altre squadre in altre città, così da un creare un punto d’incontro tra i molisani sparsi nelle varie città d’Italia.

Avete realizzato questo video con un obiettivo preciso: quello di rendere partecipi un po’ tutti alle bellezze del Molise, spesso accantonate. Come nasce l’idea del video?

Il video nasce per un motivo, inizialmente, banale. L’idea era quella di fare il verso a Borghese, ma renderla anche più goliardica. Quindi, invece di scegliere dei ristoranti, abbiamo preferito i bar, dato che in Molise essi sono il punto massimo di ritrovo per adolescenti, giovani e adulti.

Cosa vi ha spinto a scegliere proprio questi 4 bar?

I bar sono stati scelti per un motivo preciso. Avevamo pensato, sin da subito, a bar diversi dai soliti bar “in” delle città, cercavamo i classici bar di paese, caratteristici, dove si chiacchiera e si sta bene. Vorremmo farlo anche per altri bar, magari nella provincia di Isernia o sul litorale termolese. Infatti lo scopo era proprio quello di far visitare il Molise, elogiando le caratteristiche e gli usi di ogni paese. Per esempio per Vinchiaturo abbiamo pensato al caratteristico evento del Lancio della pezza de Casce, per Cercemaggiore al Due Luglio, Festa della Madonna della Libera, per Jelsi alla Festa del Grano e, infine, per Riccia alla Festa dell’Uva. La scelta è dovuta anche da una questione logistica: Vinchiaturo, Cercemaggiore, Jelsi e Riccia, sono paesi vicini, quindi ci potevamo muovere facilmente, recuperando molto tempo e, poi, conoscevamo già i proprietari dei quattro bar. Per concludere, abbiamo cercato di mettere in risalto le caratteristiche dei paesi in questione, invitando tutti a visitare il Molise.

Noi del Colibrì ringraziamo Giovanni per la sua disponibilità e facciamo un grande in bocca al lupo a CalcioCavallo per i progetti che ha intenzione di realizzare.