Cinema in lutto. Muore Gene Deitch, il papà di Tom&Jerry e Braccio di Ferro

ll mondo del cinema perde piange l'artista e disegnatore Gene Deitch, autore dei cartoni più famosi, che per anni hanno incantato e continuano ad incantare grandi e piccini

Due giorni fa è stato dato il triste annuncio dai famigliari del disegnatore regista. Gene Deitch, si è spento a 95 anni a Praga, dove viveva da più di 50 anni, a causa di un malore improvviso. Sempre i familiari hanno specificato che non si tratta di morte legata a Coronavirus.

Dal 1960 al 1964 Deitch ha lavorato per la casa di produzione Hannah&Barbera dove è stato creatore e regista della serie di cartoni animati Braccio di Ferro – Popeye e Tom&Jerry. Superfluo ricordare di cosa trattavano i due cartoni, in fondo hanno accompagnato la nostra infanzia e anche quella dei nostri genitori.

Gene, disegnatore e animatore originario di Chicago, iniziò a lavorare nel campo dell’illustrazione artistica nel 1942, appena dopo aver conseguito il diploma alla Los Angeles High School e nel 1959, per motivi lavorativi, si recò a Praga con l’intento di restare solo 10 giorni, ma si innamorò di Zdenka Deitchová, che sposò l’anno seguente e face di Praga la sua città, fino alla morte. Per 50 anni Gene ha accompagnato intere generazioni con centinaia di cortometraggi e con la regia di cartoni animati fino 2008, dopo il suo ultimo corto animato, “Voyage to the Bunny Planet”.

Verrà ricordato con malinconia, ma sempre con il sorriso sulle labbra.