Il Covid si porta via il presidente nazionale UNICEF. Il cordoglio del Molise

Francesco Samengo si è spento dopo una battaglia di 10 giorni contro la malattia. Il cordoglio della presidente regionale Molise Elvira Battista e della past president Antonella Iammarino

Samengo-in-un-incontro-la-Quirinale-con-il-Presidente-Mattarella-960x768

Ci siamo sentiti qualche settimana fa per un patrocinio morale. Lo avevo sentito con vero piacere, dopo un po’ di tempo e un bel po’ di anni (22 per me) di attività UNICEF. Francesco Samengo era un uomo d’altri tempi nei modi e nel pensiero, ma sapeva calare le scelte nel contesto contemporaneo con l’acutezza di chi da sempre sapeva amministrare. E lui lo aveva fatto in contesti diversi, spesso anche non facili. Anziano di anagrafe ma vivace di mente e di spirito, Francesco aveva saputo più volte individuare e spingere giovani capaci. E come tanti altri presidenti (lui era quello della Calabria) più grandi di me, nell’UNICEF nazionale mi aveva insegnato molto, soprattutto in termini di strategia e diplomazia. Insegnamenti che ho cercato di applicare nelle mie attività di advocacy, nel mio piccolo come in ambiti più ampi. E che ancora oggi metto alla base delle mie azioni in materia di minori e in generale sul lavoro. Ciao Presidente, grazie!“.

Con queste parole la Past President regionale UNICEF Molise Antonella Iammarino (direttore di questo magazine) ha salutato il presidente nazionale UNICEF Francesco Samengo appena scomparso a causa del Covid 19.

Non ho avuto il tempo di conoscerlo bene, ma nonostante i tempi difficili e le continue restrizioni di carattere amministrativo provenienti dell’Europa, lui era riuscito a mantenere tra i volontari e nella struttura un clima di serenità che fa sempre bene alle attività di volontariato – ha dichiarato la Presidente regionale UNICEF MOLISE Elvira BattistaRimane decapitata l’organizzazione più forte nella strenua difesa dei diritti dei bambini. Esprimo alla sua famiglia e a tutta la famiglia UNICEF il cordolgio dell’UNICEF Molise, auspicando si continui a lavorare in futuro nello stesso clima di coesione e collaborazione“.