Bocciofila e disabilità, insieme si sfonda ogni barriera. A Campobasso

Un protocollo d'intesa tra la FIB Molise, la Bocciofila Monforte Campobasso e la Cooperativa Sociale Sirio per favorire l'inclusione sportiva delle persone con disabilità

Formato_Iamele_Spina

Sport superabile, inserimento delle persone con disabilità all’interno della struttura sportiva bocciofila che si trova all’interno della Villa de Capoa di Campobasso. E’ il cuore dell’accordo firmato dalla cooperativa sociale Sirio, che si occupa di progetti di inclusione sociale e di specifiche strutture in Molise, con la FIB Molise e la Bocciofila Monforte Campobasso.

Il protocollo d’intesa è stato sottoscritto nella sede della Cooperativa Sociale Sirio, a Campobasso, dai presidenti della FIB Molise Angelo Spina, della Bocciofila Monforte Campobasso Giuseppe Formato, e della Sirio Lino Iamele. La Bocciofila Monforte, Stella d’Argento del Coni nel 2018 per gli 80 anni di affiliazione, è una delle società sportive più longeve del Molise e, più in generale, dell’intera penisola.

Attraverso questo accordo le tre realtà possono dare, ciascuna per la sua competenza, una forte spinta all’inclusione sportiva in regione, calcolando quanto importante sia, sempre di più, lo sport paralimpico nel mondo. Obiettivo dell’intesa è quello di divulgare e promuovere le discipline sportive delle bocce paralimpiche e l’inclusione sociale delle persone con disabilità attraverso forme di aggregazione e attività sportive.

Inoltre questo protocollo mira a rendere sempre più solida nella coscienza comune una corretta cultura della disabilità, fondata oggi sull’inclusione ed il superamento dei limiti. La condivisione di un percorso non può non migliorare la qualità della vita di molte persone con disabilità attraverso uno sport, quello delle bocce, che di per sé ha già un elevatissimo valore sociale.

Individueremo forme condivise per migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità, attraverso le attività motorie e tecniche con istruttori tecnici qualificati messi a disposizione dalla FIB Molise e dalla Bocciofila Monforte, accompagnati dagli operatori della Cooperativa Sirio – hanno affermato Spina, Formato e Iamele – I ragazzi si alleneranno sui campi all’esterno e sulle corsie al coperto della Bocciofila Monforte, potendo vivere appieno la storica e secolare Villa de Capoa di Campobasso“.

Ci attiveremo per promuovere le due discipline delle bocce paralimpiche per disabili fisici e intellettivo-relazionali e la Boccia Paralimpica – hanno proseguito i tre sottoscrittori – Sotto quest’ultimo profilo ci attiveremo con la Federazione Italiana Bocce, considerando che in Molise dobbiamo partire da zero con la disciplina sportiva riservata ai disabili gravi“.

Organizzeremo anche manifestazioni, giornate promozionali e convegni – hanno concluso Spina, Formato e Iamele – E lavoreremo per integrare i ragazzi interessati all’iniziativa nell’ambito delle attività sociali e ricreative della Bocciofila Monforte“.